X
Cosa stai cercando ?
Mega Trends

Mega Trends

L'emergenza sanitaria Covid-19 ha provocato un sensibile rallentamento e in alcuni casi l’interruzione dell'attività economica e commerciale in molteplici settori.

Risulta comunque difficile ad oggi prevedere l’impatto sull’intera economia. Persistono condizioni di turbolenza dei mercati, che amplificano il livello di incertezza delle stime circa le possibili evoluzioni in termini di impatto economico derivanti dalla diffusione del Coronavirus, nel mondo, in Europa ed in Italia. Si conferma pertanto che gli scenari macroeconomici di breve periodo saranno soggetti ad evoluzioni e dinamiche al momento non precisamente quantificabili anche se esiste una maggiore stabilità rispetto al 2020 nel mercato di riferimento.
La maggior parte delle attività di transazioni di NPL si è interrotta durante il secondo trimestre del 2020 a seguito della diffusione della pandemia in Europa; subito dopo il lockdown però il mercato è ripartito, trainato principalmente dall'utilizzo di cartolarizzazioni garantite dal Governo. Italia e Grecia i Paesi con il maggior numero di transazioni registrate a partire dal secondo semestre 2020.

Panoramica del mercato NPL 20201

 
Mentre la pandemia si diffondeva rapidamente in Europa, le banche reagivano velocemente con livelli record di accantonamenti contabilizzati in previsione di un previsto deterioramento della qualità degli attivi.
Secondo l'Autorità bancaria europea (EBA), più del 75% delle banche nella sua indagine di settembre 2020 si aspettava un deterioramento della qualità degli attivi per i portafogli credito al consumo.
Secondo le ultime ricerche, le principali conseguenze dell'attuale situazione del mercato potrebbero essere così sintetizzate:
  • un cambio di prospettiva nel mercato degli NPL, per capire come gestire i nuovi flussi in entrata;
  • una crescente rilevanza degli UTP, che richiede lo sviluppo di forti capacità e strategie specifiche;
  • una crescente specializzazione delle attività dei servicers unitamente allo sviluppo di capacità a 360°, che porterà ad una nuova ondata di operazioni di M&A.
Infine, l'andamento del mercato delle NPE sarà influenzato dall'efficacia delle misure di aiuto pubblico, dalla loro portata e dalla loro durata.  
 
1 Fonte: studi di settore

 


doValue e l’epidemia Covid-19

L’attuale situazione congiunturale legata agli effetti del Coronavirus impone un approccio cauto sull’andamento di breve periodo.
Nonostante la continuità operativa di doValue in tutti i suoi mercati e il trend di miglioramento progressivo delle condizioni di mercato, il Gruppo continua a monitorare con attenzione la ridotta attività del sistema giudiziario e dei servizi di pubblica utilità in genere, insieme alle decisioni sulle moratorie bancarie e alle dinamiche del settore immobiliare, in grado di influenzare i tempi di gestione delle pratiche e degli incassi. Tuttavia, osserva un progressivo miglioramento delle condizioni che si avviano verso una fase di stabilizzazione e normalizzazione.

L'andamento positivo della dinamica degli incassi registrato nel corso del primo trimestre 2021 rappresenta una conferma del trend in crescita, già rilevato nel corso del secondo semestre del 2020, e segnala una discontinuità rispetto alla tradizionale stagionalità degli incassi del Gruppo, concentrata sull’ultimo trimestre dell’anno, fornendo un segnale concreto di ripresa. La diversificazione geografica, di prodotto e di cliente e la flessibilità dei costi, in particolare i costi di outsourcing e il piano incentivante dei dipendenti, rappresentano ulteriori elementi che mitigano gli impatti negativi legati alla pandemia, in vista di una potenziale piena ripresa nel corso del 2021.

Infine, si ritiene che il business model di doValue sia in grado di rispondere alle diverse fasi del ciclo economico con l’espansione degli asset in gestione o degli incassi, rispettivamente in fase di contrazione o espansione del ciclo stesso, in coerenza con la mission del Gruppo di supportare Banche, Investitori, aziende e privati in tutte le fasi della gestione del credito, favorendo uno sviluppo sostenibile del sistema finanziario.